GS Off Road Easy

Giornata con risultati contrastanti per il Team BMW Motorrad WorldSBK in gara 2 a Jerez de la Frontera mentre la partenza in prima fila non paga la squadra nella gara di sabato 1 agosto

Giornata con risultati contrastanti per il team BMW Motorrad WorldSBK in gara 2 a Jerez de la Frontera mentre la partenza in prima fila non paga il Team BMW Motorrad WorldSBK nella gara di sabato 1 agosto a Jerez
SBK 2020

È stata una giornata con sentimenti contrastanti per il team BMW Motorrad WorldSBK quella odierna a Jerez de la Frontera.
La pista nel sud della Spagna ha ospitato il secondo round del campionato mondiale FIM Superbike del 2020 (WorldSBK).
Tom Sykes (GBR) è arrivato sesto nella Superpole Race di domenica mattina, mentre si è piazzato undicesimo in gara due nel pomeriggio.
Il suo compagno di squadra Eugene Laverty (IRL) era 13 ° nella gara sprint del mattino, ma si ritirò in gara due.
Domenica a Jerez de la Frontera le condizioni sono state ancora calde, con temperature ambiente di circa 37 gradi Celsius e una temperatura del binario fino a 60 gradi.
Sykes ha iniziato la Superpole Race mattutina dal terzo posto sulla sua BMW S 1000 RR.
Ha lasciato tre posizioni all'inizio e è tornato al sesto posto, prima di continuare in quella posizione dopo dieci giri di gara.
Laverty ha iniziato rapidamente, passando dall'undicesimo al settimo posto.
Stava correndo ottavo a metà, prima di perdere in un gruppo di piloti fortemente competitivo e alla fine ha tagliato il traguardo al 13 ° posto.
Sykes e Laverty hanno quindi iniziato la gara due dal sesto e tredicesimo posto domenica pomeriggio.
Sykes non è partito alla grande e ha concesso alcune posizioni.

Nel corso della gara, non è stato in grado di fare alcun progresso in un campo pieno e alla fine è arrivato undicesimo.
Ancora una volta Laverty ha avuto un buon inizio ed è salito nella top-ten.
Poco dopo, tuttavia, ha colpito un falso neutro quando ha cambiato marcia ed è uscito dalla pista prima di ricongiungersi alla gara sul retro del campo. Alla fine ha dovuto ritirarsi nella seconda metà della gara, mentre stava anche lottando con una dolorosa bolla sul suo piede.
Il team BMW Motorrad WorldSBK ora si dirige direttamente a Portimão (POR), dove il prossimo fine settimana si svolgerà il terzo round della stagione WorldSBK 2020.

Commenti dopo la seconda gara a Jerez de la Frontera.

Marc Bongers, direttore di BMW Motorrad Motorsport: “La giornata è iniziata piuttosto bene. Siamo riusciti a risolvere i problemi di sabato e abbiamo terminato il riscaldamento in posizioni decenti.
Per la Superpole Race, abbiamo scelto il pneumatico SC0 più duro e questa decisione ha funzionato abbastanza bene.
Siamo rimasti molto soddisfatti del sesto posto di Tom, che poi era la sua posizione di partenza per la seconda gara.
Sebbene siamo stati in grado di apportare miglioramenti con la moto, Eugene non andava ancora d'accordo con la speranza, quindi ha iniziato la gara due da più in basso. Purtroppo, non siamo riusciti a brillare nella seconda gara.
Tom è stato sfortunato nelle prime curve, il che ha comportato la perdita di molte posizioni che non potevano essere recuperate durante la gara. Il nostro ritmo non era semplicemente abbastanza buono. Eugene colpì un falso neutro a sua volta a tredici anni durante il cambio di marcia, non riuscì a fermarsi e cavalcò nella ghiaia.
Sfortunatamente, la gara era finita per lui da quel momento in poi.
Ora abbiamo una settimana per lavorare sodo e analizzare i problemi e ovviamente sperare in risultati significativamente migliori a Portimão. ”

Shaun Muir, Team Principal Team BMW Motorrad WorldSBK: "È stato un fine settimana difficile.
La Superpole Race per Tom non era poi così male per ottenere la P6. È stato probabilmente il migliore che avremmo potuto permetterci, optando per SC0 invece che per SCX. Per Eugene, invece, la corsa allo sprint non è andata secondo i piani. Nella seconda gara, Tom non ha avuto una buona partenza e si è fatto boxare perdendo molte posizioni, il che può accadere.
Era allora con un branco di piloti in cui non riusciva a fare colpo su di loro a causa di gravi problemi di frenata. I ragazzi più veloci sono stati cinque secondi lungo la strada e puoi correre al loro ritmo, ma quando sei bloccato con piloti con motori più forti di te, in ritardo sui freni, rende la tua gara difficile.
Eugene ha iniziato alla grande la sua seconda gara e ha guadagnato circa quattro posizioni in T1, ma la sua corsa è stata di breve durata dopo aver colpito un falso neutro e aver corso sulla ghiaia, rovinando alla fine la sua gara.
Ha continuato la gara, comunque perdendo 30 secondi e guidando con il suo piede con le vesciche abbiamo preso la decisione di andare in pensione.
Stasera faremo il debriefing con i piloti e daremo uno sguardo dettagliato a dove dobbiamo migliorare la moto per il prossimo round in Portogallo, sperando di tornare molto più forte. ”

Tom Sykes: "Sono deluso oggi. Abbiamo lavorato duramente nelle condizioni calde, ma sfortunatamente non abbiamo avuto la fortuna. Ieri abbiamo avuto un buon ritmo in gara uno, ma abbiamo avuto un problema tecnico che mi ha costretto a rientrare. Quindi oggi nella gara della Superpole, abbiamo optato per una gomma che sapevamo fosse una mescola più dura e penso che abbiamo fatto una gara decente considerando la differenza di mescole. In gara due abbiamo subito maggiori restrizioni tecniche, ma ci sono alcuni aspetti positivi da portare via con noi poiché siamo costantemente alla ricerca di nuove aree da esplorare sulla BMW S 1000 RR. In prospettiva, penso che abbiamo bisogno di un po 'di fortuna dalla nostra parte in modo che possiamo sperare di ottenere i risultati che meritiamo ".

Eugene Laverty: “Un'altra gara difficile oggi con una partenza davvero buona. Ho combattuto in modo aggressivo e ho guadagnato alcune posizioni nei primi angoli. Sfortunatamente, alla fine del primo giro sono entrato in questo falso neutro, sono corso fuori pista e da quel momento in poi la mia gara è stata più o meno finita. Ho provato a fare alcuni giri per riguadagnare posizioni, ma dato che ero fuori dai primi venti, ho dovuto smettere. Quindi ora mi sto concentrando su Portimão, che è sempre stata una delle mie gare preferite della stagione, ma quest'anno è ancora più speciale perché è la mia prima vera gara di casa, dato che vivo a soli 15 minuti di distanza dalla pista. Mi aspetto che le condizioni siano belle e soleggiate e spero in alcuni risultati forti dato che ho vinto diverse volte sulla pista di Portimao, quindi vediamo cosa facciamo il prossimo fine settimana

Gara 1 Sabato 01 Agosto

L'ottima qualifica in prima fila non viene ricompensata a causa di un problema tecnico.
La pausa di cinque mesi è terminata; il campionato mondiale FIM Superbike (WorldSBK) è ripreso questo fine settimana con il secondo round della stagione a Jerez de la Frontera, in Spagna.
Nella Superpole di sabato, il team BMW Motorrad WorldSBK si è assicurato un posto in prima fila nella griglia.
Tuttavia, un problema tecnico in gara uno ha compromesso la buona posizione di partenza.
Le alte temperature stanno rendendo il secondo fine settimana di gara nel WorldSBK di questa stagione un vero test per uomo e macchina.
Sabato, le temperature hanno raggiunto i 37 gradi Celsius a Jerez de la Frontera, con temperature della pista che si avvicinano ai 60 gradi Celsius.
Nelle qualifiche della Superpole di sabato pomeriggio, Tom Sykes (GBR) ha ottenuto la sua BMW S 1000 RR in prima fila nella griglia, al terzo posto.
Il britannico ha perso la pole position per soli 0,04 secondi.

Il suo compagno di squadra Eugene Laverty (IRL) era undicesimo.
Tuttavia, la sfida di Sykes per un possibile podio è terminata prematuramente dopo tre giri.
Correndo quinto in quel momento, inizialmente un problema tecnico lo costrinse a scappare e Sykes dovette poi tornare ai box.
È stato in grado di ricongiungersi alla gara sul retro del campo, ma alla fine non è stato classificato. Laverty ha guadagnato diverse posizioni all'inizio, ma poi ha anche incontrato difficoltà e si è ritirato sul campo.
Alla fine ha tagliato il traguardo al 15 ° posto dopo 20 giri di gara.

Commenti dopo la prima gara a Jerez de la Frontera.

Marc Bongers, direttore del BMW Motorrad Motorsport: "Dopo una mattinata soddisfacente, durante le prove libere tre e le qualifiche, in cui Tom era a soli quattro centesimi di secondo dalla pole position, purtroppo abbiamo dovuto concludere la giornata con una gara deludente. Dopo l'ultimo test del WorldSBK a Barcellona, ​​siamo arrivati ​​molto positivi. Nonostante il caldo di Barcellona, ​​abbiamo avuto un buon ritmo nelle simulazioni della distanza di gara, quindi ci siamo sentiti ben preparati per le condizioni qui a Jerez, quindi i primi sei erano il nostro obiettivo. Sfortunatamente, le cose sono andate diversamente in gara. Tom ha avuto un problema con un sensore di marcia ed Eugene ha avuto un problema con la gomma anteriore. Attualmente dobbiamo ancora scoprire la causa esatta lì. Di conseguenza, era impossibile per Eugene cavalcare in una posizione molto inclinata. Ora stiamo affrontando questi problemi tecnici per poter mostrare a domani dove siamo. ”

Shaun Muir, Team Principal Team BMW Motorrad WorldSBK: “Tom ha avuto un Superpole molto forte questa mattina, mettendo la sua BMW S 1000 RR in prima fila. Eugene ha faticato ad abituarsi alla gomma da qualifica. All'inizio della gara, Tom ha preso un buon ritmo e si è inserito bene nel gruppo. Purtroppo al quarto giro abbiamo avuto un problema tecnico e abbiamo dovuto riportare la moto ai box. Siamo riusciti a rimettere Tom in carreggiata dopo aver risolto il problema che era cruciale per noi che ci dirigevamo domani. Purtroppo abbiamo perso troppo tempo facendo questo e siamo riusciti a fare solo 16 giri, che è stata considerata una posizione non classificata. Possiamo solo scusarci con Tom per averlo deluso in questa gara, ma torneremo più forti domani. Per quanto riguarda Eugene, ha davvero lottato per tutta la gara. Ha iniziato bene e ha guadagnato alcune posizioni fuori dalla linea saltando su P8, ma sfortunatamente ha lottato con la sua gomma anteriore da quel momento in poi. Che si trattasse di un problema con le gomme, un problema di confidenza o un problema di impostazione, ha battuto il ritmo dal suo tempo sul giro e, complessivamente, dalla sua posizione finale. Questo non è affatto vicino a dove Eugene vuole essere e né alla squadra, ma guarderemo i dati e speriamo di fare un lavoro migliore nelle gare rimanenti. "

Tom Sykes: “Fin dalle prime prove libere, abbiamo cercato di mettere insieme il pacchetto perfetto per la gara a queste temperature calde. L'intero team BMW Motorrad WorldSBK ha fatto un buon lavoro su questo, quindi all'inizio della gara mi sono sentito davvero bene e con il nostro set-up probabilmente saremmo diventati un po 'più forti man mano che la gara avanzava. Ma sfortunatamente abbiamo avuto un problema tecnico. La cosa principale è che i ragazzi l'hanno riparato rapidamente, quindi sono tornato fuori. È stato evidente che, in generale, l'allestimento della BMW S 1000 RR era ben preparato, poiché subito dopo essere uscito di nuovo, ero tornato sui miei tempi sul giro e la moto stessa si sentiva bene. Di sicuro, sono un po 'deluso ma non ci resta che riprovare domani. Onestamente, se il problema non si fosse verificato avremmo avuto delle possibilità per il podio, quindi sto prendendo questo slancio nelle gare di domani."

Eugene Laverty: "Oggi abbiamo avuto una gara difficile. Mi sono reso difficile nelle qualifiche partendo in P11 ma sono riuscito a fare una buona partenza in gara e ho guadagnato tre posizioni. Al secondo giro, mi sono reso conto di essere nei guai mentre cercavo di frenare in T1 e la moto ha funzionato dritto, poi di nuovo su T5, che era giù per la gomma anteriore che non funzionava. Da quel momento in poi è stata una questione di apprendimento dei limiti della bici, che purtroppo è stata quasi due secondi al giro più lenta di quanto mi aspettassi. Dobbiamo indagare su questo problema dato che per tutto il weekend non abbiamo avuto problemi con la gomma anteriore fino ad ora in gara. "


Galleria immagini



Motoves

Per avere maggiori dettagli sulla gamma Moto BMW Motorrad vi invitiamo a contattare la Concessionaria BMW Motorrad per Verona Motoves Snc telefonicamente allo 045/527092 o attraverso il loro sito Web: http://www.motoves.bmw.it oppure visitando lo  Store Motoves on-line all'indirizzo: http://www.motoves.it .


Materiale tratto dal sito BMW Group PressClub Network - 2020 © BMW AG - Monaco di Baviera


Traduzione a cura del BMW MC Verona


 

Condividi
Ultima modifica: Domenica, 02 Agosto 2020
Questa pagina è stata visitata: 83 volte

Commenti chiusi o non permessi !

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor.

Una sbarra da aprire

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor.

BMW Motorrad Rider’s Equipment

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor.

BMW Motorrad - 3 Anni Oilinclusive