Le BMW di ieri

La Serie K 100

La Serie K 100

La rivoluzione BMW Motorrad dei primi anni '80 la nuova serie K con motore a sogliola

Mai prima nella storia di BMW Motorrad vi era stata una così radicale svolta, come nel 1983, quando BMW presentò la serie K100.
Questa motocicletta rompe con tutti gli schemi classici ed ancora oggi ad oltre trenta anni di distanza si presenta come un prodotto, originale, moderno ed innovativo, una moto moderna e classica allo stesso tempo.
Verso la fine degli anni 70 Eberhard Sarfert viene nominato responsabile della divisione BMW Motorrad con il dichiarato intento di dare una scossa al mondo della produzione di serie visto che l’azienda di Monaco non poteva certo reggere l’offensiva nipponica con i vecchi boxer.
Correva l’anno 1979 quando Josef Fritzenwenger e Stefan Pachernegg, iniziarono a pensare a quelle che divenne poi conosciuta come serie K dove K sta per Kompact Drive System, una parola che racchiude in sé tutti quei concetti innovativi sullo sviluppo della ciclistica e del motore che ancora oggi ritroviamo sulle moto bavaresi e che ne hanno determinato l’indiscusso predominio nel segmento Touring.
Fritzenwenger decise di porsi come obiettivo proprio la compattezza e la migliore integrazione tra motore e telaio cosi optò per un propulsore a quattro cilindri posti longitudinalmente ottenendo la potenza dei "4 in linea" ed il centro di gravità basso tipico dei motori boxer.
Il telaio era un classico tubi in acciaio a cui veniva appeso il robusto motore che così diventava elemento stressato della ciclistica e tutto questo contribuiva a rendere molto pratica e veloce la procedura di assemblaggio in catena di montaggio. K100 Telaio e Motore
Motore, cambio e braccio oscillante (monolever) erano montati precedentemente e poi inseriti nel telaio, così facendo i costi di produzione erano inferiori e si seguiva una filosofia costruttiva simile a quella automobilistica.
Ma le novità che vengono dalla produzione automobilistica non finiscono qui: La k100 presentata per la prima volta in Costa Azzurra a Settembre del 1983, fu infatti la prima motocicletta ad adottare una gestione totalmente elettronica di accensione ed alimentazione ad iniezione, il tutto sviluppato con Bosch e successivamente, la prima ad adottare il sistema ABS su una motocicletta, in questo caso sviluppato in collaborazione con FAG.
Il marchio dell’elica dimostrò capacità di guardare al futuro costruendo oggetti destinati a durare come testimoniano anche le accortezze relative alla facilità di accesso delle principali parti meccaniche, che rendevano la manutenzione ordinaria semplice e veloce, senza la necessità di smontare mezza motocicletta.
I 650.000 km di collaudi condotti da i tester BMW Motorrad, lo studio sull’aerodinamica e sull’ergonomia eseguiti dal centro universitario di Aquisgrana, hanno portato ad una nuova concezione per i comandi al manubrio e l'integrazione delle moto valigie nella linea della moto, chiudendo il quadro di un progetto epocale e ambizioso, che è stato per molti anni un fiore all'occhiello per BMW.



gruppoprogettistiEcco da sinistra il gruppo completo dei tecnici progettisti della serie K:

  • Il Capo del Progetto Stefan Pachernegg,
  • il responsabile della progettazione della parte meccanica: Josef Fritzenwenger,
  • il responsabile della cilistica: Gunter Schier,
  • il responsabile del motore: Martin Probst,
  • il direttore generale della progettazione: Richard Heydenreich,
  • il responsabile dello stile: Klaus Volker Gevert




Josef Fritzenwenger

Stefan Pachernegg
Josef Fritzenwenger, il progettista della parte meccanica della serie K (Kompact Drive) è prematuramente scomparso il 3 settembre 1988

Stefan Pachernegg , è il papà della serie K, in quanto responsabile globale del progetto. E’ purtroppo deceduto per malattia il 20 febbraio 1987 



Compact DriveUna citazione del progettista Josef Fritzenwenger sul motore: La combinazione dei cilindri disposti longitudinalmente ha il vantaggio di un motore in linea con alcuni benefici di un motore boxer.
Il centro di gravità è basso, può facilmente avere trasmissione finale ad albero (requisito allora indispensabile per la BMW), ha buona accessibilità meccanica e quindi è di facile manutenzione.
Le prestazioni sono più facili da ottenere rispetto ad un motore bicilindrico. La produzione in serie è relativamente economica, è abbastanza solido da poter essere parte integrale della struttura della moto, diventandone quindi elemento di supporto nella configurazione telaio/motore del veicolo.
Prima di dar il via alla produzione di serie, la moto venne testata in più di 650.000 Km di prove effettuati con i modelli di pre-produzione.
Più di 100 addetti del reparto di sviluppo e di ricerca si sono dedicati al progetto K100 (Conosciuto in codice con la sigla K589). 
Per dare vita al progetto K, BMW decise di costruire la fabbrica di motocicli più moderna d'Europa per l’epoca con una spesa di 300.000.000 DM.
Fu quindi completamente ristrutturato lo stabilimento di Berlino-Spandau sede di una unità produttiva già dal 1928.
Ad iniziare dal 1983 con il primo K100, questa è la fabbrica in cui tutte le motociclette delle serie boxer e K sono costruite sulla stessa linea di montaggio.
Dal 1968 tutte le motociclette Bmw sono prodotte a Berlino (ad eccezione della prima serie F, del C1 e dei nuovi modelli di piccola cilindrata, come il G310), ma solo dalla serie K in poi su un unica linea di montaggio.
Nel caso delle K, il gruppo Kompact (motore, scatola ingranaggi del cambio e braccio oscillante posteriore) è montato per prino, a questo gruppo viene poi aggiunto il telaio e le sovrastrutture della moto.
Il K può essere smontato con lo stesso sistema: il motore, la scatola ingranaggi, il braccio oscillante e la ruota posteriore rimangono uniti, mentre il telaio, la forcella e la ruota anteriore vengono smontati.
Ogni modello K veniva testato fino alla velocità di 140 km/h su un banco di prova.


I numeri di telaio per ogni modello prodotto

Telaio numero

Tipo

Modello

Anno

Inizio produzione

Codice

0000001-0010000

K100

 

83

5/83

0501

0010001-0020000

K100

RS

83

9/83

0503

0020001-0030000

K100

RT

84

4/84

0504

0030001-0033000

K100

(USA)

84

5/84

0511

0033001-0033500

K100

 

83

5/83

0501

0040001-0043000

K100

RS (USA)

84

5/84

0513

0050001-0053000

K100

RT (USA)

84

5/84

0514

0060001-0061000

K100

RS (Autorità)

84

9/84

0502

0061001-0065000

K100

RT

84

4/84

0504

0070001-0071000

K100

RT (Autorità)

84

9/84

0505

0080001-0090000

K100

RS

83

9/83

0503

0090001-0100000

K100

RT

84

4/84

0504

0140001-0145000

K100

RS

86

4/86

0503

0170001-0175000

K100

RT / LT

87

9/86

0506

0180001-0182000

K100

RT / LT (USA)

87

9/86

0516

6308101-6309000

K100/2

 

88

12/87

0521

 

La cronologia dei principali aggiornamenti della serie K (8 valvole)
Data Descrizione evento

10/83

Presentazione della K100 e K100RS

02/84

Richiamo: sostituzione cilindro pompa posteriore del freno con miglioramento della protezione all'umidità, e trattamento antiruggine dell'interno

05/84

Cavo addizionale di massa per l’interruttore del freno anteriore

06/84

Presentazione del modello K100RT

09/84

Viene sigillato con Loctite l’indicatore della Marcia inserita per evitare infiltrazioni di umidità

10/84

Modificato il cavalletto centrale (in alcuni modelli soggetto a rotture), migliorata la pompa del carburante

04/85

Spia della riserva carburante da 7 litri eliminata (questo spazio sarà utilizzato successivamente come spia dellAbs), Spia dei 4 litri sostituita con spia che indica i 5 litri di riserva, sensore a resistenza del livello benzina nel serbatoio sostituito con sensore galleggiante in grado di utilizzare anche strumento supplementare per l’indicazione della quantità di combustibile disponibile (accessorio disponibile dal 1986). Modificati il percorso d’uscita dell’aria calda dalla carenatura sul modello RT. Scatola ingranaggi: modificato il cuscinetto dell’albero di trasmissione.

10/85

K100: Modificato il tappo del serbatoio, eliminando il bottone per l’apertura a scatto ora l’apertura è possibile solo con l’ausilio della chiave. Modificata la maniglia di sostegno del passeggero ora ricavata nella coda della moto anziché nella sella. Modificati i fianchetti laterali che nella prima versione erano risultati fragili e quindi di facile rottura. Modificate le piastre di sostegno della pedane. Nuovo montaggio del serbatoio carburante per evitare rotture.

01/86

Serbatoio del combustibile: modificata la valvola di ritorno del carburante, che era rumorosa.

02/86

Versione Speciale K100 RS “Motor sports” con gomme radiali Pirelli MP7 100/90 VR 18 all’anteriore e 140/80 VR17 al posteriore, forcella con stabilizzatore (come la K75) e cupolino carenatura nero anzichè trasparente, Supporti pedane e ruote verniciate in nero, carrozzeria verniciata in bianco perlato con filetti rossi, versione prodotta in 1000 esemplari.

03/86

K100: Sostituzione del cavo del gas e del relativo registro del gioco.

08/86

K100: Sostituzione degli interruttori luce stop (anteriore e posteriore) con miglioramento della resistenza alle infiltrazioni di umidità.

09/86

Inizio produzione della versione K100 LT.

08/87

K100: Spostamento del serbatoio del liquido freni posteriore sotto il fianchetto destro.

09/87

Presentazione della K100 Basic Mk II. Modificati gli anelli di tenuta della forcella.
K 100 RS Special (versione limitata) disponibile con verniciatura carrozzeria nera e sella grigia, fregi RS style sulla carenatura, sospensioni tipo sport.

11/87

K100: Modelli dal 10/85 al 03/87 richiamati per sostituzione fissaggio ammortizzatore posteriore (In alcuni casi si riscontarono crepe al sistema di fissaggio)

04/88

Per la prima volta al mondo una moto viene offerta con il sistema Abs (K100/K75).

08/88

Per evitare fumate a freddo quando si avvia il motore, i pistoni vengono sostituiti cosi’ come le fasce di tenuta e il raschiaolio. La copertura dello scarico viene fissata con sei anziché cinque viti. Il quadro strumenti è dotato di un diaframma di protezione dall’umidità in gore-tex.

08/87

K100 base fuori produzione.

09/88

K100 RT fuori produzione.

09/89

K100 RS fuori produzione.

01/90

K100 Base II^ serie fuori produzione.

10/91

K100 LT fuori produzione.

 

Dati manutenzione K100 / K75

Regime del minimo 950 +/- 50 giri/min.
Gioco valvole, misurato a motore freddo Aspirazione 0,15-0,20mm, Scarico 0,25-0,30mm
Livello del CO, misurato a 950 e 5300 giri/min. 2,0 +/- 0,5%
Candele Bosch X5DC, Beru 12-5 DU
or Champion A85YC (solo K100)
Fasatura scoppio 6° (or 2,4 mm) prima del Pms
Pressione della camera di compressione 8,5 to 10 bar, massima differenza 0,5 bar
Quantità e tipo olio motore 3,75 litri compreso filtro, racommandata gradazione SAE 20W50
Quantità e tipo olio del cambio 0,85 litri olio per trasmissioni SAE 80 o 90, API GL5
Quantità e tipo olio del differenziale 0,26 litri olio per trasmissioni SAE 80 or 90, API GL5
Quantità e tipo olio forcella 0,33 litri per stelo (K75C/S, K100)
0,36 litri per stelo (K100RT/RS/LT)
0,28 litri per stelo (forcella tipo sport)
0,35 litri stelo SX, 0,40 litri stelo DX (K75 modello 1992)
Gradazione SAE 5 eccetto versione sport SAE 10
Capacita e tipo liquido raffreddamento 2,90 litri (K75)
3,20 litri (K100)
40-50% Glycol
Gioco frizione all'asta 2,0 +/- 0,5mm (K75)
4,0 +/- 0,5mm (K100)
Lunghezza parte fuori guaina cavo frizione all'asta di comando 75,0 +/- 1,0mm
Dimensione pneumatici Ant. 100/90 V 18
Post. 130/90 V 17
Pressione pneumatici Ant. 2,25 bar, Post. 2,50 bar (Standard)
Ant. 2,50 bar, Post. 2,90 bar (K75 / con passeggero)
Ant. 2,70 bar, post. 2,90 bar (K100 / con passeggero / oppure oltre 180 km/h)
Spessore minimo pastiglie freni 1,5 mm
Spessore e limite minimo dischi freni 4,3 - 4,4 mm, limite minimo 3,5mm

 

Schema di manutenzione periodica BMW K100 / K75

Operazioni da eseguire

a
1000
km

ogni
7500
km

ogni 15000
km

Sostituzione olio motore e filtro

X

X

X

Controllo e regolazione gioco valvole

X

 

X

Controllo tenuta e livello liquido impianto di raffreddamento

X

X

X

Controllo densita liquido di raffreddamento (Sostituzione liquido ogni due anni)

X

 

X

Controllo tubazioni carburante

X

 

X

Controllo e registrazione gioco gas e frizione

X

 

X

Sostituzione filtro carburante

 

 

X

Controllo e regolazione regime del minino e livello CO

X

X

X

Sostituzione filtro aria

 

 

X

Controllo e regolazione distanza elettrodi candele

 

X

X

Sostituzione candele

 

 

X

Regolazione gioco frizione e controllo del cavo di comando

X

 

X

Lubrificazione asta e cavo di comando frizione

 

X

X

Sostituzione olio del cambio

X

 

X

Sostituzione olio del differenziale

X

 

X

Pulizia sensore della velocità

X

 

X

Sostituzione olio forcelle

X

 

X

Controllo pneumatici

X

X

X

Controllo e lubrificazione cuscinetti ruote

 

 

X

Controllo impianto idraulico freni

X

 

X

Controllo livello liquido freni (anteriore e posteriore)
Sostituzione liquido freni almeno ogni due anni

X

 

X

Controllo impianto frenante parte meccanica

 

 

X

Controllo e regolazione captatore dell'ABS (anteriore e posteriore)

 

X

X

Controllo e pulizia ruota fonica dell'ABS

 

X

X

Controllo heck function of electrical side stand switch (angle)

 

X

X

Controllo e regolazione gioco cuscinetti di sterzo e del forcellone

 

 

X

Controllo serraggio viti e bulloni

X

X

X

Controllo livello liquido della batteria

 

 

X

Sostituire i pattini e le guide in plastica della distribuzione ogni 60,000 km


Tabella riepilogativa della produzione

Anno

K100 Base

K100 RS

K100 RT

K100 LT

K100 Base2

Totali

1983

4601

2661

3

 

 

7265

1984

4089

11149

8234

 

 

23472

1985

1932

7173

6726

 

 

15831

1986

630

5656

3622

1236

 

11144

1987

287

3883

2318

2828

251

9567

1988

10

3074

1014

2306

566

6970

1989

 

1208

418

3420

351

5397

1990

 

 

 

3158

154

3312

1991

 

 

 

1951

 

1957

Totali

11549

34804

22335

14899

1322

84915
 






I modelli della Serie K 100


1983-1987 - K1001983-1987 - K100
Il modello base, presentato il 1 settembre 1983 e privo della carenatura.
Primo medello della serie con motore quattro cilindri in linea disposto sul fianco sinistro raffreddato ad acqua di 987cc, 90 CV a 8000 giri/min., Sistema d’iniezione Bosch LE-Jetronic , peso 239 Kg. , velocità massima 215 km/h.
Prezzo nel 1983 in Germania 12.490 DM.
Esemplari prodotti 11.549.


1983-1989 - K100 RS1983-1989 - K100 RS Il modello di maggior successo della serie K, dotata di carenatura integrale sport e di rapporto finale più lungo, Dal 1987 aggiornata con nuovi particolari tra cui la nuova forcella tipo sport (come K75S) e dal 1988 l’Abs tipo 1 a richiesta.
I dati tecnici sono identici al modello base, tranne il peso 249 kg, e la velocità massima di 221 km/h.
Prezzo nel 1983 in Germania 15.190 DM.
Esemplari prodotti 34.804.


1984-1988 - K100 RT1984-1988 - K100 RT Modello Tourer con carenatura più protettiva, adatta ai lunghi viaggi, le valige laterali di serie, la possibilità di avere l’ammortizzatore posteriore tipo Nivomat (a regolazione automatica, dipendente al carico).
I dati tecnici sono identici al modello base, tranne il peso di 253 kg.
Prezzo nel 1984 in Germania 15.600 DM.
Esemplari prodotti 22.335.



1986-1991 - K100 LT1986-1991 - K100 LT Tourer con più accessori ma uguale alla K100 RT, predisposizione per l’installazione della radio installa di serie, il topcase posteriore prima a richiesta ed ora di seria, sella versione Comfort, coperchi delle valigie e del top case verniciati in tinta con la carrozzeria.
In un primo tempo modello disponibile in alternativa alla RT, la sostituisce a partire dal 1989.
I dati tecnici sono identici al modello base, tranne il peso di 283 kg.
Prezzo nel 1987 in Germania 18.530 DM.
Esemplari prodotti 14.899.


1987-1990 - K100 II (modello base II^ Serie)1987-1990 - K100 II (modello base II^ Serie), nessun cambiamento tecnico, monta però il serbatoio carburante della K75 e la selle ribassata e dal 1988 in poi, l'Abs tipo 1 disponibile a richiesta.
I dati tecnici sono identici al modello base, tranne il peso di 240 kg. e la capacità del serbatoio di 21 Litri.
Prezzo nel 1987 in Germania 14.400 DM.
Esemplari prodotti 1322.




La data di produzione ed il numero del motore


K Numero MotoreQual è il mese di produzione della mia BMW K100?
La chiave per individuare la data di produzione è il numero di motore, che è posizionato sotto il tappo di rabbocco dell'olio. 
Lo schema di decodifica è il seguente: Es. N. di motore 104EA 1987 2176 questo numero di motore appartiene ad un quattro cilindri (identificativo motore 104EA) della serie K 1000 di 1000 c.c. a due valvole per cilindro che è stata prodotta nella diciannovesima settimana del 1987 (1987), mentre 2176 è il numero progressivo di produzione di questo motore. 
Per quanto riguarda le motociclette della serie di K, il numero di telaio ed il numero di motore non coincidono.


Galleria con alcune immagini delle serie K



Articolo redatto dal Webmaster del sito, Nicola Coppi, appassionato di Moto BMW e Commissario specialista delle motociclette BMW Serie K in seno alla Commissione Tecnica Moto dell'ASI (Automotoclub Storico Italiano).

Altri articoli simili
Condividi
Ultima modifica: Lunedì, 05 Settembre 2016
Questa pagina è stata visitata: 46133 volte

Commenti chiusi o non permessi !

Altri Articoli

Peter Hickman con la sua BMW "Uomo del Giorno" al Gran Premio dell'Uls

I piloti BMW hanno goduto di un'altra uscita di successo al Gran Premio dell'Ulster in Irlanda del Nord. Nelle quattro gare per 1000 cc, Peter Hickman

I piloti BMW dominano nell'IRRC e nell'IDM - Vittoria per la BMW S 100

Dominio BMW nella gara dell’IRCC ad Imatra, dove in sella alle loro S 1000 RR I piloti della casa bavarese hanno monopolizzato il Top10 ed il Top8.&nb

BMW Motorrad X2City - La mobilità con uno scatto in più

Il nuovo BMW Motorrad X2City rappresenta un ulteriore esempio della presenza del BMW Group nel segmento della mobilità a zero emissioni su due ruote.&

Vittoria per la squadra BMW Völpker NRT48 nella FIM Campionato Mondial

La famiglia BMW Motorrad Motorsport può festeggiare una vittoria nel Campionato Mondiale Endurance (EWC): squadra Völpker NRT48 Schubert Motors di ERC

Il pilota della BMW S 1000 RR Torres combatte per la vittoria nel Camp

Il pilota della BMW S 1000 RR Torres ha provocato un brivido durante il fine settimana del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike (WorldSBK): Jordi T

BMW Motorrad Concept Link - Reinventare la mobilità urbana su due ruot

Al Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2017, il BMW Group presenta la sua visione della mobilità urbana a zero emissioni su due ruote: BMW Motorrad Conce